Quando le parole contano e la coerenza… è in vacanza!

20 Gen

Tutta la vicenda Sasa e dei suoi bus a gasolio è apparsa fin dall’inizio dubbia con l’aver scelto mezzi a gasolio sulla base di dati ed affermazioni che ho cercato di confutare, purtroppo nell’indifferenza generale.

Ma quello che è capitato in questi giorni ha dell’incredibile e, legittimamente, dà molto da pensare.

Andiamo per ordine.

In occasione della citata presentazione dei nuovi bus a gasolio, dove chi scrive queste righe ebbe un’accoglienza non propriamente cordiale, ci fu poi tutto un tentativo, evidentemente scatenato dalla mia iniziale presenza, di giustificare la scelta del gasolio. Qui l’articolo di presentazione sull’Alto Adige. Ne è evidente l’articolo del giorno successivo del “Corriere dell’Alto Adige”. In tale articolo viene affermato quanto segue: “Ben “180mila euro il costo di ogni bus, «tra i più convenienti», come ha sottolineato Rampelotto. Veicoli all’avanguardia con una caratteristica: non saranno a metano, ma a gasolio. «Questi sono autobus di ultima generazione — ha spiegato il vertice della Sasa — e i più ecologici sul mercato europeo: certamente il sistema migliore sarebbe quello a idrogeno, ma i costi sono notevolmente più alti e dobbiamo anche aspettare di produrlo qui a Bolzano». I nuovi autobus si classificano nello standard Eev, un’evoluzione dell’Euro 5. «Abbiamo condotto degli studi–ha aggiunto Rampelotto — scoprendo che gli attuali autobus a metano si classificano come un Euro 3: per questo motivo questi nuovi mezzi rappresentano anche un’innovazione dal punto di vista ecologico»

Ebbene, a soli 26 giorni da quell’articolo, un altro articolo del medesimo giornale il 18 gennaio 2013, in occasione di un intervento del dirigente Sasa presso la Commissione Consiliare Mobilità del Comune di Bolzano mi fa sobbalzare sulla sedia leggendo questa breve frase: “Un’ulteriore buona notizia è data dall’entrata in funzione dei nuovi mezzi a gasolio “Euro 5 EEW” (…V…), secondo Rampelotto simili nell’efficienza a quelli a metano.

PREGO????

Prima si sparano dei dati, che ho dimostrato essere perlomeno dubbi, ora si dice il contrario, anzi di più? A che pro questa giravolta? Forse l’effetto di talune informazioni che il sottoscritto ha inviato al Direttore Generale del Comune e che poi sono state girate al direttore della Sasa?

Informazioni che ho ricevuto a Norimberga in Germania in occasione di un convegno sui bus a metano e sul loro futuro utilizzo. Convegno al quale ho dedicato un approfondimento pubblicato il 12 gennaio 2013.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: