Tag Archives: A22

Camion, inquinamento e il nulla di fatto

15 Feb

In pianura padana le aziende di trasporto si spostano sui nuovi camion a GNL, qui da noi si fa finta di nulla? “Strategie” solo di lungo termine ma senza quelle a breve?

Intervento pubblicato su salto.bz

Il distributore L-CNG di Brembate (Bergamo) inaugurato il 9 febbraio 2018. Impianti simili se ne stanno aprendo di continuo ma nell’Euroregione Tirolo – Alto-Adige – Trentino (ma pure nella Germania meridionale) ad oggi non c’è ancora nulla di tutto questo.  (© Michele De Luca – tutti i diritti riservati)

Trattrici a GNL che viene stoccato in serbatoi criogenici. Equipaggati con due serbatoi, l’autonomia è di ben 1.600 km. (© Michele De Luca – tutti i diritti riservati)

Annunci

L’aria bolzanina e lo scandalo diesel

9 Dic

I dati forniti alla commissione mobilità del Comune riflettono perfettamente i risultati del “Dieselskandal”. Solo i più ingenui possono pensare che non sia così.

Intervento pubblicato su salto.bz

(dal Corriere dell’Alto Adige, Bolzano, 7.12.2017)

Alto Adige: le ‘capriole’ sui carburanti alternativi

11 Ott

Rispondere “fischi per fiaschi” sui carburanti alternativi dimostrando di non avere una strategia complessiva. A questo punto è ormai chiaro che qualcosa proprio non va.

Intervento pubblicato su salto.bz

(da East Bay Clean Cities – Pixabay )

Due impianti di rifornimento di metano liquido, a sinistra quello di Padova Interporto con il serbatoio criogenico montato verticalmente e quello di Castel San Pietro Terme (Bo) con serbatoio montato in orizzontale. (da Interporto Padova e Ham Italia)

H2, il “cavallo sbagliato”?

13 Set

All’appena aperto Salone dell’Auto di Francoforte tanta mobilità elettrica ma a batteria. E l’idrogeno? I dubbi espressi anni fa trovano oggi fondamento?

Intervento pubblicato su salto.bz

La centrale H2 di Bolzano Sud (da http://www.facebook.com/h2southtyrol)

 

Screenshot dal servizio trasmesso dall’ARD Tagesthemen sulle speranze sempre più ridotte per l’idrogeno nella mobilità. (da http://www.tagesschau.de)

Idrogeno, fra orgoglio e tante domande

21 Mag

La celebrazione del milione di km percorsi a idrogeno poteva essere un’occasione per chiarire alcuni aspetti del progetto H2 e di quanto si vorrà fare in futuro, però…

Articolo pubblicato su salto.bz

 

 

Il presidente della provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, durante il saluto inaugurale.

Il presidente del CdA dell’IIT, Dieter Theiner, durante la sua relazione.

Il direttore tecnico generale di A22, Carlo Costa, durante il suo intervento.

BrennerLEC, un progetto… per cosa?

9 Dic

Un progetto presentato in pompa magna che promette “benefici ambientali” e “tutela dell’aria e protezione del clima, nonché una riduzione dell’inquinamento” però…

Articolo pubblicato su salto.bz

 

brennerlec

 

(3) Idrometano, l’occasione persa e colta altrove

25 Set
(3) Idrometano, l’occasione persa e colta altrove (intervento pubblicato su salto.bz)
La realtà è che in Alto Adige si perdono occasioni rispetto a quanto invece si è affermato pubblicamente solo pochi anni fa… e così qualcuno questo carburante alternativo lo utilizzerà altrove. Bravi! Piacerebbe sapere cosa ne pensano coloro che ne parlavano (a questo punto, a vanvera?) negli anni scorsi.
Ma sì, dai, tutti bus a gasolio e ci togliamo di mezzo ‘sta rottura di bus a metano e quel rompiballe che continua a scrivere.
Davvero un bel “Piano Clima 2050”.
 
iveco-ecodaily-a-idrometano

Un furgone a idrometano di A22 presentato nel maggio 2011. Che fine ha fatto?

panda-idrometano-tis

La Panda a idrometano del progetto Tis conclusosi nel 2012: tutto in un cassetto?

autobus-gtm

Uno dei bus Solaris a metano che verranno alimentati a idrometano nell’ambito del progetto della regione Abruzzo.

Autobrennero e i distributori di metano fantasma attesi dal 2007

29 Ago

Autobrennero e i distributori di metano fantasma attesi dal 2007 (intervento pubblicato su salto.bz)

 

Da ben nove anni si attende la realizzazione dei distributori di metano sull'A22. Ritardi su ritardi e i fondi necessari per realizzarli forse utilizzati per l'idrogeno?

Da ben nove anni si attende la realizzazione dei distributori di metano sull’A22. Ritardi su ritardi e i fondi necessari per realizzarli forse utilizzati per l’idrogeno?

 

Il cronoprogramma che era allegato al comunicato stampa di A22 diramato in occasione dell'inaugurazione del distributore di Nogaredo Est. Ci si può rendere conto che qualcosa non ha "funzionato".

Il cronoprogramma che era allegato al comunicato stampa di A22 diramato in occasione dell’inaugurazione del distributore di Nogaredo Est. Ci si può rendere conto che qualcosa non ha “funzionato”.

Il cronoprogramma dei distributori di metano e gpl tratto dal sito di A22 nella giornata odierna: non solo ha spostato ulteriormente in avanti la realizzazione, ma è già obsoleto.

Il cronoprogramma della realizzazione dei distributori di metano e gpl tratto dal sito di A22 nella giornata odierna: non solo ha spostato ulteriormente in avanti la realizzazione, ma è già obsoleto.

 

 

 

(3) Green Mobility: troppe possibilita’ per la mobilita’ alternativa sono state gettate al vento, perché?

18 Lug

(3) Green Mobility: troppe possibilità per la mobilità alternativa sono state gettate al vento, perché? (intervento pubblicato su salto.bz)

L'impianto di Wärtsilä Norge che produce biometano per i bus della capitale norvegese. Curiosità: la marca dei bus è la Solaris, la stessa marca dei bus comprati a Bolzano nel 2011/12. Solo che qui a Bolzano sono stati comprati a gasolio... per non essere dipendenti dalle fonti energetiche fuori provincia...! A dimostrazione del marchiano errore di prospettiva che fu fatto allora per il capoluogo altoatesino (fui l'unico a denunciarlo...), ma si sa che allora l'obiettivo era quello di spendere meno all'atto dell'acquisto pari ad una lungimiranza della lunghezza... del proprio naso.

L’impianto di Wärtsilä Norge che produce biometano per i bus della capitale norvegese. Curiosità: la marca dei bus è la Solaris, la stessa marca dei bus comprati a Bolzano nel 2011/12. Solo che qui a Bolzano sono stati comprati a gasolio… per non essere dipendenti dalle fonti energetiche fuori provincia…! A dimostrazione del marchiano errore di prospettiva che fu fatto allora per il capoluogo altoatesino (fui l’unico a denunciarlo…), ma si sa che allora l’obiettivo era quello di spendere meno all’atto dell’acquisto pari ad una lungimiranza della lunghezza… del proprio naso.

“Green Mobility” provinciale: quando dietro alle parole c’è poco o nulla?

29 Giu

“Green Mobility” provinciale: quando dietro alle parole c’è poco o nulla? (intervento pubblicato su salto.bz)

L'assessore provinciale Mussner durante il suo bilancio di metà mandato lunedì 27 giugno 2016 nella rimessa dei vagoni del trenino del Renon a Soprabolzano: la mobilità alternativa appare in un vicolo cieco da cui pare non si voglia uscire. (Fonte: www.provincia.bz.it/news)

L’assessore provinciale Mussner durante il suo bilancio di metà mandato lunedì 27 giugno 2016 nella rimessa dei vagoni del trenino del Renon a Soprabolzano: la mobilità alternativa appare in un vicolo cieco da cui pare non si voglia uscire. (Fonte: http://www.provincia.bz.it/news)