Tag Archives: bus elettrici

Perplessità sul tram in salsa bolzanina

4 Ago

Bolzano come Berlino? I tram fino a 40 metri si trovano nella capitale tedesca, ma l’alternativa, fattibile in tempi più brevi, ci sarebbe e sono i bus elettrici.

Intervento pubblicato su salto.bz

Un tram da 40 metri sull’Alexanderplatz a Berlino. Il progetto per il tram di Bolzano ne prevederebbe l’utilizzo sulle strade cittadine, ma le perplessità su tale progetto non sono poche. (Barnim3040 (YouTube) )

Il tracciato del tram bolzanino. (Rai TGR)

Sezione dei binari per il tram. (Rai TGR)

 

Annunci

Sasa, la conferma delle dubbie strategie

10 Mag

Al recente incontro sulla mobilità a San Giacomo sono saltate fuori le “strategie” di Sasa: le non risposte confermano quanto anticipato da molto tempo ormai.

Intervento pubblicato su salto.bz

L’enigma nuovi bus Sasa, quanti e quali?

3 Mar

Numero di nuovi bus per Sasa e la trazione: sono quesiti con aspetti quasi… comici ma anche molto attuali. Perché si continua a non voler affrontare questi temi?

Intervento pubblicato su salto.bz

Sasa: a Bolzano la nuova linea 18… con sponsor?

27 Set

La nuova linea 18 parte con i bus tradizionali, poi arriveranno quelli elettrici. Le perplessità arrivano dagli orari e, soprattutto, dalla denominazione del capolinea.

Intervento pubblicato su salto.bz

Un Solaris Urbino 12 metri: forse due dei quattro bus saranno proprio questi? (foto da http://www.solarisbus.com)

Indicazione e orari della nuova linea 18 di Sasa: una pubblicità gratuita al capolinea? (da http://www.sasabz.it)

Merano e Sasa, solo nuovi bus a gasolio! – Meran und Sasa, nur neue Dieselbusse!

26 Dic

A fine novembre il Dolomiten ha pubblicato un articolo in cui, al termine, si specifica che una dozzina di nuovi bus (solo a gasolio… ma non si dice…) arriveranno nel 2017 grazie alla (sciagurata) scelta fatta dalla Giunta Provinciale l’8 novembre scorso. Si accenna che “a lungo termine” si punta a bus a idrogeno (ma và…) e bus elettrici (ri-ma và…). Ma in riva al Passirio di bus H2 non se ne vedranno praticamente mai, quelli elettrici chissà. Affermare (si legga il testo evidenziato) che “nella fase di transizione verranno utilizzati anche (sic!) diesel a gasolio” vuol dire nascondere la verità: si comprano bus a gasolio (alla faccia di quanto prevede il Piano Clima 2050 per il tpl nel 2025) perché costano meno. Questo ovviamente né Provincia, né Sasa lo dicono e, probabilmente, non lo diranno mai. Una vergogna.

Ho preso posizione in una lettera pubblicata sul Dolomiten il 13 dicembre, evidenziando come nel 2004 (è pubblicato 2014, ma è un refuso, sorry!) l’ex presidente di Sasa, Michielli, aveva dichiarato che l’obiettivo di Sasa era quello di avere nel 2007 autobus tutti a metano a Merano. Come è andata in realtà, lo sappiamo…

=======

Ende November hat die Tagezeitung “Dolomiten” über die Sasa-Dienste berichtet. Am Ende wird auf die 12 neue Busse hingewiesen, die 2017 ältere Busse ersetzen werden. Leider werden es Dieselbusse sein, dank der sehr fragwürdigen Entscheidung der Landesregierung vom 8. November.  Es schient, dass man die BuergerInnen in die Irre führen will. Sasa behauptet langfristig Wasserstoff- und Elektrobusse zu setzen (die in der Passerstadt nie verkehren werden…) und in der “Übergangsphase” auf Dieselbusse. Na klar, das ist wirklich zum ärgern. Und mit vielen Grüßen an den Klimaplan 2050, der für den ÖPNV im Jahre 2025 etwas ganz anderes vorsieht. Es wird verschwiegen, dass Dieselbusse angekauft werden nur weil sie die kostengünstigen sind. Dies wird weder Land noch Sasa nie offiziell bestätigen.

Darüber hat die Dolomiten am 13. Dezember meinen Leserbrief veröffentlicht. Na ja, 2004 (nicht 2014, leider ein Tippfehler) hatte ex Sasa-Präsident Michielli angekündigt, dass 2007 alle Busse in Meran mit Erdgasantrieb sein würden. Wie dies wirklich ausgegangen ist, ist uns – leider – sehr wohl bekannt.

 

dolomiten_meran_sasa_fahrplan_mehr_attraktivitaet_neue_busse_26-27112016

dolomiten_leserbriefe_saubere_busse_fuer_meran-erdgas_als_treibstoff_13122016

Sasa, «quo vadis»? Un’analisi

19 Ott

Rimane grande incertezza sul destino di Sasa, sulla possibile gara europea e sul rinnovo della flotta che rischia di finire in secondo piano. Ci mancavano solo gli e-bus: 3 milioni di Euro per 4 bus e il rinnovo del resto della flotta?

L’approfondimento su salto.bz.

Un Iveco City a metano, trazione odiata da Sasa e Provincia di Bolzano. ma il vero obiettivo sarà il "capolinea 2018" e l'eventuale gara europea.

Un Iveco City a metano, trazione letteralmente odiata da Sasa e Provincia di Bolzano. Ma il vero obiettivo sarà il “capolinea 2018” e l’eventuale gara europea.