Tag Archives: idrogeno

La “sòla” dei nuovi bus ibridi di Sasa, bus a gasolio mascherati “green”

20 Lug

Bella “sola” rifilata ai cittadini quella dei bus “ibridiannunciati in pompa magna ieri e già il titolo del comunicato irrita non poco. Premesso che qualsiasi autobus nuovo oggi è migliore dei vetusti bus che circolano tuttora a Bolzano, Merano e Laives, ma a prenderli a gasolio e spacciare questo come “elettrificazione” ne passa davvero. Leggasi qui.

Con tanti saluti al piano Clima che per il 2025 prevede zero autobus a gasolio, obiettivo a questo punto praticamente e purtroppo irraggiungibile. Questi autobus circoleranno almeno per dieci anni, quindi è chiaro che il Piano Clima, in questo caso, è finito nel 🚽.

L’utilizzo del termine generico “ibrido” viene utilizzato per “vendere” ciò che non sarebbe più dovuto accadere, nemmeno per gli acquisti del 2012-13, ossia comprare bus a gasolio in semplice rispetto del Piano Clima.

Se vogliamo capire cosa sono i bus ibridi “veri” (pur sempre a gasolio) cosiddetti “full hybrid”, il tema l’ho approfondito qui.

Per la cronaca, questi bus sono costati dai 40 ai 60mila Euro in più rispetto ai bus “normali”. Con cui ci si poteva comprare anche qualche bus in più visto che nella flotta rimarranno una trentina di mezzi con oltre 12 anni di servizio sul groppone.

Si pone la domanda: per cortesia, si vuole finalmente dire CHI (nome e cognome) ha proposto/consigliato/ratificato questa scelta sia in Sasa che in Provincia? E perché, nonostante tanti miei interventi, si rimane sempre zitti? Forse perché i fatti sono fatti e non si possono smentire? Forza, un po’ di coraggio ad esporsi con nome e cognome.

Intanto, giusto ad esempio, di recente a Novara hanno sostituito sette bus a gasolio con altrettanti ma a metano. Noi stiamo facendo esattamente l’opposto!

Un’ultima annotazione, a scanso di equivoci. Gli autobus acquistati sono fra i migliori del mercato, già utilizzati personalmente in altre città. La questione riguarda, se non si fosse capito, la scelta della trazione e sul modo in cui si cerca di “sbolognarla” alla cittadinanza.

Non mi si venga poi a dire che le emissioni sono uguali fra bus diesel Euro VI e metano Euro VI, perché si sosterrebbe una “balla tecnica” come ho già dettagliatamente spiegato più volte, finora senza essere mai smentito.

(Fonte: http://www.provincia.bz.it/news – foto elaborata)

Annunci

Sasa/Provincia di Bolzano: nuovi bus a idrogeno, acquisto silente

8 Lug

10 bus (+2?) H2 in arrivo, ma silenzio totale in Alto Adige. Acquisto controverso, andrà nuovamente a discapito del rinnovo della flotta di Sasa?

Approfondimento pubblicato su salto.bz

10 (+2) di questi bus arriveranno a Bolzano con… comodo fra 600 giorni. (Foto: Twitter)

 

Sasa: climatizzatori rotti e scelte incoerenti

21 Giu

Le contraddizioni del trasporto pubblico di Sasa. Il controllo sulla qualità del servizio, vien fatto? I “nodi al pettine” del mancato rinnovo periodico della flotta.

Analisi pubblicata su salto.bz

Un vecchio bus a metano di Sasa davanti ad un bus a idrogeno del progetto Chic in piazza Domenicani a Bolzano. (foto Michele De Luca, tutti i diritti riservati © 21.6.2019)

Elettrificazione con i… bus ibridi?

28 Mag

Bus ibridi a gasolio come misura anti-NO2? I dubbi sono molti e assai fondati.

Intervento pubblicato su salto.bz

 

Ad Amburgo dismettono i bus a idrogeno, a Bolzano se ne compreranno una dozzina… qualcosa non torna?

16 Feb

Intervento pubblicato su Facebook

A #Bolzano arriveranno (con comodo, fra 600 giorni circa…) 10+2 bus a idrogeno, ad #Amburgo invece se ne sono sbarazzati. Alla HOCHBAHN Hanno cercato di farlo in silenzio, i media locali li hanno però “sgamati” (es. https://www.ndr.de/…/Hochbahn-schafft-Wasserstoff-Busse-wie…). Dai servizi video e dalle news in proposito, la situazione pare dovuta anche alla difficoltà di avere un stoccaggio dell’#idrogeno in città.

Dovrebbe però soprattutto far riflettere che i bus tuttora non sono andati in serie e che quindi l’azienda di tpl della città anseatica ha deciso di chiudere la sperimentazione. Come peraltro fece PostAuto / CarPostal / AutoPostale / PostBus svizzera, partner del progetto #Chic (a proposito, progetto finito, sito sparito e dominio acquistato da altri… bella trasparenza europea! Cosa ne dice la European Commission?) a cui ha partecipato anche la STA Südtiroler Transportstrukturen AG I Strutture Trasporto Alto Adige SpA con i 5 bus che girano attualmente e che sono stati cortesemente “girati” a #Sasa. Sui costi di gestione tutti fanno finta di nulla… .

Forse è per questo che nella gara di #appalto, dopo che si è “giurato e spergiurato” localmente e a livello europeo che sarebbero costati 650mila cadauno rispetto a 1,1 milioni di € del progetto Chic, ci si è lasciati nella gara di appalto lo “spazio” di “soli” 200mila Euro di “allestimento”? E se MB non ne costruirà più, ho già qualche idea chi potrebbe fornirli i nuovi bus H2 a Sasa che quei soldi, beninteso, avrebbe potuto, anzi dovuto spenderli per il rinnovo della flotta per un numero ben maggiore di bus… e torniamo sempre a quel punto là… cosa volete che scriva ancora…!

Anche la scelta di comprare bus elettrici pone dei dubbi come si può leggere in questo articolo di focus.de.

Video del tg di Hamburg 1

#greenmobility #idrogeno #h2 #Wasserstoff Green Mobility Südtirol – Alto Adige Provincia Bolzano Daniel Alfreider Giuliano Vettorato #AltoAdige #Südtirol Città di Bolzano – Stadt Bozen Stadtgemeinde Meran – Comune di Merano Comune di Laives – Stadtgemeinde Leifers #mobilità #Mobilität

Sasa, altri 30 bus… diesel in arrivo?

14 Feb

Fra le righe si prospetta un ulteriore acquisto di bus: saranno di nuovo diesel come da un decennio a questa parte? Ma si insiste a parlare di obiettivo “emissioni zero“.

Articolo pubblicato su salto.bz

Il vetusto bus uscito di strada il 7 febbraio 2019 vicino a Merano. Una foto simbolica per lo stato di degrado della flotta di Sasa, situazione che ha precise responsabilità gestionali, amministrative e politiche di cui, però, non si parla mai e sul futuro della flotta… (fonte: FB/Freiwillige Feuerwehr Obermais)

Bus elettrici Sasa, i dubbi rimangono

19 Nov

La presentazione del primo bus elettrico di Sasa non ha fugato i dubbi sulla scelta in sé, soprattutto sulla capacità di trasporto e sui costi con una flotta decrepita.

Intervento pubblicato su salto.bz

Il primo dei bus elettrici presentato il 10.11.2018 in occasione della festa per i 70 anni di Sasa. © Michele De Luca

 

Nuovi bus a idrogeno di Sasa: 200000(0) Euro extra… e tutto va bene?

31 Ott

I bus a idrogeno della gara in corso costeranno non 650 ma 850mila Euro cadauno, perché? Ma tutto tace per una perfetta “congiura del silenzio” da “muro di gomma“?

Intervento pubblicato su salto.bz

Trasporto pubblico: scelte “green” di facciata che ostacolano il vero rinnovo della flotta di Sasa

28 Ott

“L’ecologico che inquina”, servizio del telegiornale di RTTR Alto Adige del 27 ottobre 2018.

Tram e idrogeno, le visioni fantastiche del tpl bolzanino: tanto paga Pantalone

20 Ott

Post originale su Facebook

Leggo dall’ Alto Adige nel pezzo di Paolo Campostrini di oggi nell’articolo dedicato al #tram (monco visto che si ferma a Ponte Adige) in merito ad una nuova linea di bus dalla zona industriale: “Mezzi e personale, in teoria, consentirebbero il progetto.” Ma con quale #CAVOLO (dovrei utilizzare un’altra definizione un po’ più rude) di mezzi? Con nuovi bus a idroGGeno che arriveranno… fra due anni? Esempio monumentale di spreco di denaro pubblico. Oppure con qualche residuato bellico del parco mezzi museale di #Sasa del fulgido presidente Stefano Pagani?

Ora non so se mettermi a ridere fino a domattina oppure se chiedermi da DOVE saltano fuori queste che sembrano delle vere proprie sparate quando “lo sanno pure i sassi” che il parco mezzi di Sasa sta esalando gli ultimi respiri (oppure si compreranno di nuovo bus usati?) e quando da tempo si afferma che non si trovano autisti, salvo che non si provveda con assunzioni interinali o con personale proveniente da altre regioni (e il problema patentino di bilinguismo…?).

Un’altra cosa poi: si pensa che i pendolari si fermeranno in zona e parcheggeranno l’auto per prendere il #bus? O si dice chiaramente che si vuole chiudere la città al traffico pendolare, ma non lo si vuol dire evidentemente, oppure si farà una linea che rimarrà bloccata nel traffico. Si veda un po’…
Ma tanto alle voci critiche basta non dare spazio… vero?

Sul tram, beh se l’idea è di far convivere tram e traffico, si capisce già con sette anni di anticipo che fallirà miseramente se rimarrà bloccato nel traffico di viale Druso. Mi pare ‘na…

#Bolzano #traffico #trasportopubblico #tpl #AltoAdige #traffico #Bozen #Straßenbahn #Südtirol #greenmobility #Überetsch #Oltradige