Tag Archives: metano

Sasa, “emission-free 2025” sul serio?

27 Feb

Obiettivo senza emissioni 2025 ma con quali mezzi? Sono sempre più i dubbi dopo le notizie apparse su giornali e FB perché… la matematica semplicemente non è un’opinione.

Articolo pubblicato su salto.bz

“Bus ibrido elettrico” di Tper a Bologna, peccato che sia una indicazione del tutto fuorviante.

Uno dei nuovi autobus ibridi fiorentini, ma, contrariamente alla spina sulla livrea dell’autobus, questi non si ricaricano ad una colonnina elettrica.

Alternativa metano/biometano boicottata in Germania e al Parlamento Europeo. L’Alto Adige/Südtirol non fa eccezione, purtroppo!

19 Feb

Commento pubblicato su Facebook

A proposito di mobilità alternativa, in Germania la politica risulta un po’ disinformata, poi l’euforia elettrica (Elektro-Hype), ecc. ecc.
Questo reportage della trasmissione #Kontrovers del BR – Bayerischer Rundfunk è molto utile per capire come stanno le cose realmente.
Ma naturalmente nel “#Klimaland #Südtirol” parlare di ciò equivale ad essere bollati come eretici e destinati al rogo. 🔥 E ci mancava pure l’European Parliament 🇪🇺 a prevedere quote obbligatorie di bus elettrici… 🤔
Magari l’esempio di #Augsburg, che citai in miei interventi su Alto Adige e Corriere dell’Alto Adige nonché Dolomiten – Tagblatt der Südtiroler una decina di anni fa sulle alternative nel trasporto pubblico non era poi così peregrino, ma rimasi inascoltato.
Qualche politico, ambientalista, rappresentante di società di tpl locale o dei media è mai stato alla Stadtwerke Augsburg – swa? Mi sa di no. Invece io, modestamente, sì e già qualche anno fa.

Sasa, altri 30 bus… diesel in arrivo?

14 Feb

Fra le righe si prospetta un ulteriore acquisto di bus: saranno di nuovo diesel come da un decennio a questa parte? Ma si insiste a parlare di obiettivo “emissioni zero“.

Articolo pubblicato su salto.bz

Il vetusto bus uscito di strada il 7 febbraio 2019 vicino a Merano. Una foto simbolica per lo stato di degrado della flotta di Sasa, situazione che ha precise responsabilità gestionali, amministrative e politiche di cui, però, non si parla mai e sul futuro della flotta… (fonte: FB/Freiwillige Feuerwehr Obermais)

Trentino e autobus, dopo una breve parentesi a metano, di nuovo tanto gasolio

15 Dic

Un paio di miei commenti inseriti in calce al post di Trentino Trasporti dell’11 dicembre 2018 sui nuovi bus a gasolio da 11 metri.

Michele De Luca Non comprendo come mai si sia ritornati in ambito urbano a comprare bus a #gasolio. C’è stata una parentesi con alcuni lotti a metano e adesso di nuovo a gasolio? Per motivi di risparmio all’atto dell’acquisto? Eppure la stessa Provincia autonoma di Trento – Pagina Ufficiale (risposta in Cons: Prov. del 4.4.2018 https://www.consiglio.provincia.tn.it/doc/IDAP_889637.pdf) aveva affermato che con i bus a metano si risparmiava sui costi. Il discorso Euro VI vale per quello che vale, visto che poi ci sono studi esteri (ma anche quelli della stessa Prov. di Tn https://app.box.com/s/y5uoltkbazjsv1pg3f0m7xz3snrva3tn) che in ambito Euro VI i bus a metano hanno minori emissioni. Incomprensibile poi che nei prossimi acquisti di bus interurbani sia tutto a gasolio quando sul mercato ci sono da un po’ bus interurbani CNG.
Dante Cozzari Perché al deposito di Rovereto, riva Predazzo, Campiglio etc non c’è il metano?

Michele De Luca Uno dei motivi è che negli ultimi anni si è del tutto trascurata la realizzazione di impianti di rifornimento in tutta la Provincia di Trento. Dovrebbe rispondere, infatti, la Provincia autonoma di Trento – Pagina Ufficiale, magari l’ex assessore ai trasporti Mauro Gilmozzi e l’attuale presidente Maurizio Fugatti, che leggo ha ora la competenza per i trasporti. In #Trentino ci si è affidati unicamente al gasolio negli ultimi dieci anni, con un paio di recenti ma isolate eccezioni per la città di Trento. Per Rovereto c’è stata una risposta dell’ex assessore https://www.consiglio.provincia.tn.it/doc/IDAP_889637.pdf che lascia veramente stupefatti perché, quando si afferma che con i bus a metano a #Rovereto si sarebbero risparmiati 100mila Euro all’anno, affermare che questi “sarebbero notevolmente superati dai costi di investimento le realizzazioni dell’impianto” vuol dire confondere le pere (i costi di trazione annuali) con le mele (i costi di investimento che vanno suddivisi su periodi lunghi). Fra l’altro ci sono aziende che distribuiscono il metano che oggi comparteciperebbero la spesa per la costruzione degli impianti di rifornimento, ma, forse, non si sono nemmeno cercate. E dire che l’ex assessore Gilmozzi aveva pure allegato una tabella che evidenziava i vantaggi del metano rispetto al gasolio (https://app.box.com/s/y5uoltkbazjsv1pg3f0m7xz3snrva3tn), nemmeno più reperibile online dal sito del Cons.Prov., nella risposta del 9.2.2017 (https://www.consiglio.provincia.tn.it/doc/IDAP_763785.pdf) ad un’interrogazione. Penso infine che avere un progetto a medio-lungo periodo per le trazioni alternative nel tpl nell’ambito della Europaregion Tirol Südtirol Trentino / Euregio Tirolo Alto Adige Trentino sarebbe auspicabile, invece #Bolzano, #Trento e #Innsbruck vanno in ordine sparso. Davvero incomprensibile.

Uno dei nuovi bus a gasolio di Trentino Trasporti da 11 metri (screenshot da http://www.facebook.com/trentinotrasportiesercizio)

 

Sasa: nuovi bus diesel con spintina elettrica

8 Dic

Nuovi bus Sasa, soluzione minima per definirsi bus ibridi… a gasolio. Poi metano escluso, Piano Clima 2050 ignorato, rinnovo flotta e una delibera con tanti dubbi.

Approfondimento pubblicato su salto.bz

(Fonte: Daimler Media)

Mentre a Bolzano/Merano/Laives si intende dismettere la flotta di bus a metano, altrove si continua a comprarne. Ultima in ordine di tempo Saf-Arriva della città di Udine, che ha presentato il 5 dicembre i suoi nuovi ventuno autobus CNG. A buon intenditore… (Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia)

 

Il bus “Bozen” a Erlangen è un nuovo bus… a metano!

5 Dic
Davvero ironia del… protocollo. 😄 Se a #Bolzano si comprano, grazie alle indicazioni ‘leggermente’ vincolanti della Provincia Bolzano (con buona pace del #PianoClima2050…), ormai solo #bus #diesel, gli ultimi con leggera spintina elettrica ma pur sempre diesel sono (ma se la si gioca dicendo solo che sono “ibridi”), nella città gemellata di #Erlangen stanno puntando sui bus a #metano e quindi sul #biometano. 😮
Nella tradizione dei gemellaggi della città della #Baviera, il bus n. 480 🚌 della #ESTW (la società che gestisce anche il #trasportopubblico) è stato denominato “#Bozen, per l’appunto un bus Euro 6 a metano! 👍
Qui (https://stadtbus.estw.de/de/Kopfnavigation/Kontakt/Erlanger-Busnamen/Erlanger-Busnamen.html) si legge che con i bus a metano “Die Energiewende steht weiterhin im Focus.” 😎
Il tutto si commenta da sé, no?
 
#Südtirol #Erdgas #Erdgasbus #CNG #GNC #tpl #trasportopubblico #Germania #ÖPNV #Sasa #Bozen
 
Nella foto qui sotto il bus n. 480 della #ESTW denominato “Bozen” in onore del gemellaggio… se sapessero che stiamo piano piano dismettendo la flotta a metano… 

Il bus n. 480 della ESTW “Bozen” (foto da https://www.facebook.com/ib.erlangen)

Bus elettrici Sasa, i dubbi rimangono

19 Nov

La presentazione del primo bus elettrico di Sasa non ha fugato i dubbi sulla scelta in sé, soprattutto sulla capacità di trasporto e sui costi con una flotta decrepita.

Intervento pubblicato su salto.bz

Il primo dei bus elettrici presentato il 10.11.2018 in occasione della festa per i 70 anni di Sasa. © Michele De Luca

 

Trasporto pubblico: scelte “green” di facciata che ostacolano il vero rinnovo della flotta di Sasa

28 Ott

“L’ecologico che inquina”, servizio del telegiornale di RTTR Alto Adige del 27 ottobre 2018.

Le “visioni” paganiane del tpl… come sbattere contro un muro!

6 Ott

Post pubblicato su FB

Facile dire sempre le solite cose, vero “caro” presidente Stefano Pagani? https://www.salto.bz/…/27092018/dieci-nuovi-autobus-idrogeno e non rispondere ad uno, dico almeno uno, dei fatti (non barzellette) che ho esposto in questo approfondimento, sempre su salto: https://www.salto.bz/…/…/altri-102-bus-h2-costi-statosferici
Vogliamo poi un po’ spiegare in che cosa consiste lo stratosferico piano da 100 (adesso 62) milioni di Euro deliberato nelle sedute carbonare del Consiglio di Sorveglianza? E’ trasparenza questa? Sapete sempre TUTTO voi senza dover spiegare un’acca ai/alle cittadini/e?
Comunque a Bologna, contrariamente a quanto avete riferito in Consiglio Comunale a Bolzano, stanno andando verso il metano. E i famosi dati “Ispra” citati in Consiglio Comunale a Bolzano (Petra Piffer) dove sono? O si è preso in giro il Consiglio Comunale bolzanino? A me è bastato vedere la faccia del rappresentante di Sasa intervistato da RTTR ALTO ADIGE (Miriam Barbera), diceva un po’ tutto…

Altri 10+2 bus H2 a costi stratosferici!

23 Set

In corso la gara per ben una dozzina di mezzi a idrogeno, ma i costi sono spaventosi. Nessuno lo sapeva? A rimetterci di nuovo il resto della flotta di Sasa?

Approfondimento pubblicato su salto.bz