Tag Archives: stazione di rifornimento

E vai con lo spreco: 9,9 milioni di Euro per tre bus a idrogeno e stazione di rifornimento!

28 Lug

Ecco, notiziona estiva per lo spreco H2 in salsa meneghina: arrivano gli autobus a idrogeno per una “svolta antismog”.

La cosa impressionante sono i costi (sempre dall’articolo) visto che il «pacchetto H» è costato in tutto 9,9 milioni di Euro:

800.000 Euro da parte di ATM
3,5 milioni la UE
4,2 regione Lomabrdia
1.4 Comune di Milano

Fra l’altro i tre MB Citaro a idrogeno (5,4 milioni di Euro riprendendo il costo unitario di Bolzano e di Brugg, il resto probabilmente per la stazione di rifornimento…) sono dei modelli preserie e legittimamente viene il dubbio di chi sia l’effettivo beneficiario di questa spesa mostruosa…

Ecco, per 9,9 milioni di Euro si potevano comprare una QUARANTINA di autobus a metano e, facendoli andare a biometano, si riducevano le emissioni di CO2 del 90% circa. E comunque col metano “normale” già c’era un risparmio dal 10 al 20% delle emissioni di CO2, sorvolando, ma mica tanto, poi sulle estreme basse emissioni di NOx, CO e HC e zero particolato.

E fra l’altro di certo a Milano, anche se nell’articolo non lo si scrive, l’idrogeno sarà ricavato dal metano, sai che trovata!!!

Domanda: a chi giova tutto ciò? Per avere una patacca “green” da appore sui vari siti internet di chi ha finanziato il progetto?

Uno dei tre bus a idrogeno di ATM del progetto europeo Chic. (Fonte: ATM)

Uno dei tre bus a idrogeno di ATM del progetto europeo Chic. (Fonte: ATM)

Annunci

Lettere ai giornali su idrogeno e rete distributori di metano, ovviamente senza mai ricevere risposte…

20 Mar

Il “Corriere dell’Alto Adige” il 12 marzo ha pubblicato una mia lettera con riferimento ai dati, piuttosto sorprendenti, riferiti dal presidente dell’IIT ad un incontro con il ministro per l’ambiente Clini e di cui ha riferito il medesimo giornale l’8 marzo. Reazioni: nessuna.

Evidentemente si ha timore di rispondermi o forse proprio non si ha idea di cosa rispondermi?

Fra l’altro:  che fine ha fatto la visita prevista per il 25 febbraio della III Commissione Legislativa Provinciale alla Centrale d’idrogeno? Saltata forse per lo scrutinio dei voti? Mistero… ma anche scarsa trasparenza dell’attività di tali commissioni.

Il giornale “Alto Adige” ha poi pubblicato un mio intervento l’11 marzo in risposta ad una lettera di un lettore che si chiedeva come mai non fossero diffuse in Trentino-Alto Adige le vetture a metano, riprendendo una notizia dello stesso giornale del 12 febbraio.

Anche in questo caso: reazioni, critiche, proposte non pervenute.

Ma quanto costano alla fine questi bus a idrogeno??? Fra costi che lievitano ed altro ancora.

3 Mar

La questione dei bus a idrogeno non finisce mai di sorprendere. Ora pare che costino ulteriori 3 milioni di Euro in più, leggasi l’articolo del giornale “Alto Adige” del 24 febbraio 2013.

All’iniziale  articolo che ha scatenato la vicenda sul giornale “Alto Adige”, ha preso posizione il 21 febbraio il dr. Huber dell’IIT con argomentazioni un po’, anzi alquanto discutibili.

In merito a tale articolo ho preso una posizione molto netta che è stata pubblicata dallo stesso giornale il giorno 28 febbraio. Reazioni finora: nessuna.

Giusto il giorno dopo alle elezioni politiche la III Commissione Legislativa del Consiglio Provinciale di Bolzano ha o avrebbe visitato la centrale di Bolzano Sud. Ad oggi non s’è saputo nulla della visita o se questa è slittata ad altra data. Trasparenza: non pervenuta. E perchè non invitare anche me? Chissà mai perché…