Tag Archives: trasporto pubblico

“Disinformatia” ibrida velinara

31 Mag

Presentazione dei 22 nuovi bus a gasolio-ibridi (“mild”) e la realtà dei numeri: fra poco flotta Sasa all’86,6% con bus a gasolio. Con tanti “cari” saluti al Piano Clima.

Intervento pubblicato su salto.bz

La presentazione dei nuovi bus gasolio-ibridi avvenuta nel deposito di Sasa il 28.5.2020 (foto da Rai Tgr Bolzano)

Vantaggi ambientali veicoli pesanti a metano.

PUMS, i metrobus fra teoria e realtà

6 Mar

Modifiche al PUMS con le nuove linee metrobus al posto del tram ma tutto è “metodologico”. Ticket d’ingresso sdoganato. I dubbi sulla trazione dei bus e poi Sasa

Intervento pubblicato su salto.bz

La slide con le linee metrobus proposte quale modifica al Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS) (2.3.2020)

I tre scenari per il “ticket d’ingresso” (2.3.2020)

Flotta Sasa, i numeri che non tornano

13 Feb

La presentazione in Consiglio comunale a Bolzano di Sasa con i dati sulla flotta suscitano più di una perplessità.

Intervento pubblicato su salto.bz

Bolzano: le alternative nel tpl ma nulla si muove

11 Gen

L’esempio di Nîmes in Francia dimostra come ci siano alternative nel trasporto pubblico, ma dopo il referendum sul tram tutto tace mentre il traffico è sempre lì.

Intervento pubblicato su salto.bz

Uno dei bus da 24 metri VanHool ibrido-CNG che sarà in servizio sulla nuova linea T2 a Nimes in Francia. (foto da https://twitter.com/VDVAlexis)

Tpl urbano 2020-2029 a Sasa ma…

21 Dic

Rinnovo decennale in-house per l’azienda di tpl di Bolzano, Laives e Merano – Elettrificazione solo nelle intenzioni, rinnovo della flotta a tutto diesel e altri dubbi.

Approfondimento pubblicato su salto.bz

Nuovi bus ibridi a gasolio, presentati al Safety Center di Vadena il 2.9.2019. Non saranno gli ultimi per la flotta di Sasa nonostante i tanti annunci di elettrificazione. (foto © Michele De Luca, tutti i diritti riservati)

Dodici nuovi autobus ad idrogeno, come il prototipo nella foto presentato il 29.8.2019, arriveranno a fine 2021 nella flotta di Sasa ma altri non ne sono previsti. (foto © Michele De Luca, tutti i diritti riservati)

La stazione di ricarica veloce realizzata un anno dopo l’arrivo dei cinque e-bus a Bolzano. Non ci sono informazioni di altri arrivi per Sasa (tranne 8 e-bus per Merano). (foto © Michele De Luca, tutti i diritti riservati)

Il “cimitero” dei bus Sasa a Bolzano Sud

14 Ott

A Bolzano Sud un’emblematica rimessa per i vecchi bus eliminati dalla flotta di Sasa, tristi testimoni di lamiera di una gestione scellerata della flotta.

Intervento pubblicato su salto.bz

Gli autobus dismessi da Sasa a Bolzano Sud.

Il rinnovo della flotta va a rilento, ecco un vecchio bus di Sasa in strada il 12 ottobre scorso.

“L’autobus a metano – Muoviamo il futuro”, convinzione di Provincia e Sasa 15 e passa anni fa, oggi largo al diesel…

Altre immagini  –

(per tutte le foto: © tutti i diritti riservati)

La “sòla” dei nuovi bus ibridi di Sasa, bus a gasolio mascherati “green”

20 Lug

Bella “sola” rifilata ai cittadini quella dei bus “ibridiannunciati in pompa magna ieri e già il titolo del comunicato irrita non poco. Premesso che qualsiasi autobus nuovo oggi è migliore dei vetusti bus che circolano tuttora a Bolzano, Merano e Laives, ma a prenderli a gasolio e spacciare questo come “elettrificazione” ne passa davvero. Leggasi qui.

Con tanti saluti al piano Clima che per il 2025 prevede zero autobus a gasolio, obiettivo a questo punto praticamente e purtroppo irraggiungibile. Questi autobus circoleranno almeno per dieci anni, quindi è chiaro che il Piano Clima, in questo caso, è finito nel 🚽.

L’utilizzo del termine generico “ibrido” viene utilizzato per “vendere” ciò che non sarebbe più dovuto accadere, nemmeno per gli acquisti del 2012-13, ossia comprare bus a gasolio in semplice rispetto del Piano Clima.

Se vogliamo capire cosa sono i bus ibridi “veri” (pur sempre a gasolio) cosiddetti “full hybrid”, il tema l’ho approfondito qui.

Per la cronaca, questi bus sono costati dai 40 ai 60mila Euro in più rispetto ai bus “normali”. Con cui ci si poteva comprare anche qualche bus in più visto che nella flotta rimarranno una trentina di mezzi con oltre 12 anni di servizio sul groppone.

Si pone la domanda: per cortesia, si vuole finalmente dire CHI (nome e cognome) ha proposto/consigliato/ratificato questa scelta sia in Sasa che in Provincia? E perché, nonostante tanti miei interventi, si rimane sempre zitti? Forse perché i fatti sono fatti e non si possono smentire? Forza, un po’ di coraggio ad esporsi con nome e cognome.

Intanto, giusto ad esempio, di recente a Novara hanno sostituito sette bus a gasolio con altrettanti ma a metano. Noi stiamo facendo esattamente l’opposto!

Un’ultima annotazione, a scanso di equivoci. Gli autobus acquistati sono fra i migliori del mercato, già utilizzati personalmente in altre città. La questione riguarda, se non si fosse capito, la scelta della trazione e sul modo in cui si cerca di “sbolognarla” alla cittadinanza.

Non mi si venga poi a dire che le emissioni sono uguali fra bus diesel Euro VI e metano Euro VI, perché si sosterrebbe una “balla tecnica” come ho già dettagliatamente spiegato più volte, finora senza essere mai smentito.

(Fonte: http://www.provincia.bz.it/news – foto elaborata)

Sasa/Provincia di Bolzano: nuovi bus a idrogeno, acquisto silente

8 Lug

10 bus (+2?) H2 in arrivo, ma silenzio totale in Alto Adige. Acquisto controverso, andrà nuovamente a discapito del rinnovo della flotta di Sasa?

Approfondimento pubblicato su salto.bz

10 (+2) di questi bus arriveranno a Bolzano con… comodo fra 600 giorni. (Foto: Twitter)

 

Sasa: climatizzatori rotti e scelte incoerenti

21 Giu

Le contraddizioni del trasporto pubblico di Sasa. Il controllo sulla qualità del servizio, vien fatto? I “nodi al pettine” del mancato rinnovo periodico della flotta.

Analisi pubblicata su salto.bz

Un vecchio bus a metano di Sasa davanti ad un bus a idrogeno del progetto Chic in piazza Domenicani a Bolzano. (foto Michele De Luca, tutti i diritti riservati © 21.6.2019)

Sasa, scusate… stavamo scherzando?

15 Giu

Il piano da 100 milioni “non è mai stato annunciato”. Ma allora a cosa si riferivano il Landeshauptmann e il primo cittadino di Bolzano il 31 maggio 2018?

Intervento pubblicato su salto.bz

(Foto: RAI TGR/elab.)