2004

 City-bus, test per le strade del centro

BRESSANONE.Il progetto del ‘city-bus” torna nuovamente alla carica. Dopo i fallimenti passati, il Comune di Bressanone, in collaborazione con la ditta brissinese ‘Pizzinini” e la ‘Sasa” di Bolzano, hanno messo in piedi un nuovo progetto di percorribilità. Il prossimo 11 novembre infatti, un bus a metano testerà le varie arterie cittadine sulla base del progetto di riordino del servizio urbano per poter cosi monitorare le varie possibilità di sviluppo del progetto, durante il quale verrà anche sperimentato il transito contromano della via Giardini Rap, installando un apposito semaforo agli estremi della via in questione. …

Da Alto Adige, 29.10.2004

*

«La Sasa è già pronta a potenziare le linee»

 … Proprio lunedi scorso, la giunta provinciale aveva approvato una spesa di 12 milioni di euro per convertire al metano il parco mezzi altoatesino. Si acquisteranno 12 nuovi bus per la Sasa e altrui 49 per i servizi extraurbani. L’obiettivo è quello di sostituire tutti i 218 bus euro 0 o euro 1 attualmente in circolazione. Il parco mezzi complessivo ammonta a 487 autobus, 205 dei quali sono già di cartegoria euro due e 38 euro tre.

Da Alto Adige, 17.10.2004

*

RIFIUTI La Seab compra un «compattatore»

La Seab ha acquistato il terzo compattatore per la raccolta dei rifiuti, con funzionamento a gas metano. Il mezzo Iveco è stato fornito pochi giorni fa, e servirà a breve, i quartieri Gries e Centro-Piani. La Seab con la graduale sostituzione dei propri mezzi di servizio a gasolio, con altri con combustione a metano, vuole contribuire alla sostanziale riduzione dell’inquinamento.

Da Alto Adige, 14.10.2004

*

Tutti gli autobus presto a metano

BOLZANO.La giunta ha approvato una spesa di 12 milioni di euro per convertire al metano il parco mezzi altoatesino. Si compreranno 12 nuovi bus per la Sasa e altrui 49 per i servizi extraurbani. L’obiettivo è quello di sostituire tutti i 218 bus euro zero o euro uno attualmente in circolazione. Il parco mezzi complessivo ammonta a 487 autobus, 205 dei quali sono già di categoria euro due e 38 euro tre. «Nelle aree urbane – ha promesso Durnwalder – entro tre anni tutti i mezzi in circolazione saranno a metano e quindi non inquinanti» 

Da Alto Adige, 12.10.2004

*

I VERDI Metano: non ci sono i distributori

«Cosa ne è stato della rete di impianti di rifornimento delle auto a metano prevista su tutto il territorio provinciale?» Lo chiedono i verdi altoatesini in un’interrogazione in consiglio provinciale.

Da Alto Adige, 26.9.2004

*

 La giunta (provinciale) promuove l’offensiva antismog

BOLZANO. Polveri sottili e biossido di carbonio. Sono questi i due «nemici» della qualità dell’aria in provincia di Bolzano. Per combatterli è stato realizzato un piano: ci sono voluti due anni tra misurazioni, raccolta dei risultati e definizione delle misure. E ci vorranno ancora almeno altri quattro mesi affinché questo piano venga approvato definitivamente. Ma intanto ieri è arrivato il primo ok della giunta provinciale: ora la palla passa ai Comuni. Tra le innovazioni più rilevanti, la suddivisione dell’Alto Adige in 18 ‘zone omogenee”: le misure restrittive del traffico in futuro riguarderanno l’intera zona, e non più soltanto un singolo Comune. In questo modo Bolzano deciderà eventuali divieti assieme a Laives, Bronzolo ed Appiano. …

Il piano però punta soprattutto sulla prevenzione. «L’obiettivo è quello di non dover attuare il piano di azione. Come? Attraverso il rafforzamento di piste ciclabili e pedonali, gli incentivi alle auto a metano e a quelle col filtro anti-polveri, il miglioramento del trasporto pubblico e i bus a metano». …

Da Alto Adige, 14.9.2004

*

 Autobus urbani tutti a metano

BOLZANO.Altri sei nuovi autobus a metano sono entrati ieri in servizio a Bolzano. Il parco bus a metano per il trasporto pubblico urbano a Bolzano, Merano, Lana e Laives è cosi ora composto di 32 mezzi su un totale di 50.
«Ma nel 2006 quando il nostro piano quinquennale sarà stato completato – ha sottolineato l’assessore provinciale ai Trasporti, Thomas Widmann – gli autobus a metano in servizio urbano saranno ben 77. E’ una scelta ecologica in funzione di un miglioramento della qualità della vita e che sosteniamo con un contributo per l’acquisto di nuovi mezzi della società concessionaria Sasa di ben 10 milioni di euro l’anno. Parallelamente a questo impegno forte ce ci vede all’avanguardia a livello nazionale, lanceremo nelle prossime settimane assieme al Comune, una campagna per incentivare l’uso dei mezzi pubblici». …

Da Alto Adige, 11.9.2004

*

 I bus a metano aspettano l’assessore

MERANO. Attendono di essere inaugurati direttamente dall’assessore provinciale Thomas Widmann i due autobus a metano che la Sasa ha parcheggiato da una settimana nel piazzale delle officine di Via Foro Boario. Nonostante la fretta di vedere i nuovi mezzi in servizio per le vie della città, le spinte degli ambientalisti e le sollecitazioni della Volkspartei meranese capeggiata dall’Obmann Günther Januth, vicepresidente Sasa, i due bus entreranno in servizio non prima di venerdi 10 settembre, il primo giorno libero nell’agenda dell’assessore, utile per partecipare all’inaugurazione.

Da Alto Adige, 24.9.2004

*

 «Subito in città gli autobus a metano»

MERANO. ‘Non ci stiamo a recitare la parte di Cenerentola nel settore del trasporto pubblico urbano. Più della metà del parco macchine della Sasa in circolazione a Bolzano è costituito da nuovissimi mezzi funzionanti a metano, la prossima fornitura deve assolutamente arrivare a Merano”. Questa, in sostanza, la presa di posizione del gruppo di lavoro sul traffico in seno allo Svp. …

Da Alto Adige, 28.8.2004

*

 Metano, meno vincoli in centro

BOLZANO.Gli automezzi a metano utilizzati per consegnare le merci ai vari negozi ed esercizi pubblici del centro storico di Bolzano, grazie ad un’apposita ordinanza del Comune, possono ora circolare con meno vincoli rispetto agli altri veicoli a carburante. I mezzi cosiddetti «amici dell’ambiente» hanno infatti accesso libero in via Alto Adige, piazza Domenicani, vicolo Posta, via Sernesi e via Leonardo da Vinci. …

Da Alto Adige, 28 agosto 2004

*

Per il metano collaudo ancora in alto mare

MERANO.Il piano urbano del traffico che non decolla, le modifiche alla rete di viabilità e di sensi unici proposte dalla Sasa che non vengono attuate dall’amministrazione comunale, gli effetti positivi della fusione Sasa-Alm che tardano a farsi sentire.
Queste sono solo alcune delle cause che in questi mesi hanno prodotto la disaffezione dei cittadini che stanno abbandonando il trasporto pubblico. Tra i primi a lamentare i pesanti ritardi nell’esecuzione di nuovi progetti c’è il sindaco di Lana, Christoph Gufler, che contava, convinto che scattase già dalla primavera, su un miglioramento del collegamento con Merano con frequenza di corse ogni 15 minuti e il servizio esteso alla zona industriale. Tutto fermo in attesa del via libera dell’assessore Thomas Widmann. Per i bus a metano, intanto, mancano ancora i collaudi all’impianto di Via Foro Boario. Se ne parlerà a settembre. E i passeggeri scendono.

Da Alto Adige, Merano, 3.8.2004

*

 Disco verde per i mezzi a metano

BOLZANO.La giunta comunale, ieri, ha dato l’ok ad un’ordinanza che consentirà alle auto a metano – per carico e scarico delle merci – di usare dalle 0 alle 24 l’asse forte della zona a traffico limitato, ovvero viale Stazione, piazza Walther, via Posta, piazza Domenicani, via e piazza Sernesi, via Leonardo da Vinci e via Ospedale. Per le altre strade della zona a traffico limitato, quindi a carattere più pedonale, gli orari verranno ampliati di un’ora. Gli uffici – assicura il vicesindaco Pichler Rolle – dovrebbero predisporre l’ordinanza entro breve. Il provvedimento era atteso da tempo da quanti si sono dotati di auto a metano per rifornire i negozi del centro.

Da Alto Adige, Bolzano, 16.6.2004

*

Verdi, l’auto ad idrogeno è una realtà

BOLZANO.Verdi in piazza Municipio ieri per presentare un prototipo di vettura con alimentazione ad idrogeno. «Questa innovativa tecnologia al servizio dell’ecologia e della salute che consente emissioni solo di vapore acqueo – ha sottolineato il candidato alle europee Sepp Kusstatscher – è una realtà anche se il Governo da almeno due anni sta ritardando il rilascio dell’omologazione dell’impianto, paragonabile, anche per facilità di installazione, a quello per il metano. Ma è un Governo succube dei grandi interessi internazionali del petrolio e che si dimostra miope verso la tutela della salute dei cittadini».

Da Alto Adige, Bolzano, 10.6.2004

*

MERANO. Inchiodati al capolinea a causa del mancato rilascio di un’autorizzazione per il funzionamento del distributore, questo il destino che da due mesi ha per protagonisti gli autobus a metano che la Sasa ha deciso di far circolare in città. …

Da Alto Adige, Merano, 23.4.2004

*

MERANO.Sono prossimi i tempi per l’entrata in funzione dell’impianto di rifornimento di gas metano realizzato all’interno del deposito della Sasa. Lo comunica l’assessore comunale Marco Dalbosco (Verdi) rispondendo ad una interrogazione presentata a febbraio dal consigliere comunale Marcello Scaccia (An). «La Sasa – aggiunge Dalbosco – ha provveduto a sperimentare su tutte le linee meranesi gli autobus a metano che risultano compatibili anche con le tratte in salita. La Sasa comunica che non appena sarà completato l’iter autorizzatorio entreranno in servizio due autobus a metano a cui verranno ad aggiungersene altri sei entro settembre. La stessa Sasa prevede di poter completare il piano di metanizzazione entro il 2007».

Da Alto Adige, Merano, 21.3.2004

*

Bolzano, “capitale” del metano

BOLZANO.L’Alto Adige si avvia a diventare un territorio dove il metano avrà un ruolo sempre più prevalente. Non è dunque per caso che la città è stata scelta per ospitare una giornata di studio internazionale che farà il punto sui carburanti alternativi, che sono destinati a irrobustire le proprie quote di mercato.

La Provincia ed il Comune di Bolzano sono impegnati a trovare ed a sostenere alternative che vadano in quella direzione e che non si basino solo su divieti. A breve l’intera flotta di autobus pubblici a Bolzano avrà propulsori a metano ed in provincia nascerà una rete di distributori a metano capillare, utile anche per il traffico privato.

da Alto Adige, Bolzano, 29.2.2004

*

BRESSANONE.Il ‘Citybus” ci riprova. Dopo un primo fallimento, il progetto del bus cittadino potrebbe tornare ad essere una realtà, dietro la quale si nasconde un vero e proprio progetto strategico affinchè i buoni presupposti vengano ripagati.

Una delle possibili proposte è quella di dotare il centro di un mini-bus, possibilimente a metano o elettrico

da Alto Adige, Bressanone, 24.2.2004

*

MERANO. Saranno gli abitanti di Sinigo e Maia Bassa i primi passeggeri ad essere trasportati su un autobus alimentato a metano

Saranno gli abitanti di Sinigo e Maia Bassa i primi passeggeri ad essere trasportati su un autobus alimentato a metano. Ieri la Sasa spa, l’azienda di trasporto pubblico, ha assegnato l’appalto per la fornitura di 8 nuovi mezzi destinati a percorrere le strade del Burgraviato a partire dall’autunno.. Nel deposito di Via Foro Boario intanto, la prossima settimana sarà collaudato l’impianto per il rifornimento degli autobus a gas, che dal primo marzo saranno inseriti, in via sperimentale, lungo la linea 2. Fino a settembre circoleranno due «dodici metri» prestati dal deposito di Bolzano.

da Alto Adige, Merano, 11 febbraio 2004

*

Il presidente Michielli ha ribadito che obiettivo dell’azienda da lui presieduta è quello di trasformare a metano entro il 2007 tutta la flotta di autobus presenti in città.

da Alto Adige, Merano, 20 gennaio 2004

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: